Naturopatia:

La naturopatia è una scienza bionaturale, multidisciplinare e interdisciplinare a fine salutistico, di prevenzione primaria, di educazione e promozione della salute individuale, familiare, sociale e ambientale. Opera nell'ambito fisiologico e predisposizionale escludendo quello patologico centrato sulla riparazione sintomatica. Infatti l'obiettivo cardine della naturopatia, resta quello d'individuare il fattore causale del disequilibrio partendo dall'osservazione e dallo studio dei segni del disagio espressi dal linguaggio del corpo, nella considerazione dell'interezza del sistema umano.

Interventi di drenaggio e di riequilibrio di terreno possono rivelarsi di efficacia terapeutica, così come altri trattamenti del tutto non invasivi e di stimolo della vis medicatrix naturae dell'organismo, favorendo il miglioramento di disfunzioni, patologie ed in ultimo, dell'autoguarigione.


L’Operatore Bionaturale del Benessere (il Naturopata) è una figura professionale riconosciuta dall'O.M.S. e in Italia definita dalla Legge n.4 del 14 Gennaio 2013, che si occupa del benessere della persona integrata nel suo ambiente e nella sua condizione familiare e sociale. Il suo campo d'azione si colloca nelle aree non mediche della salute, non avendo finalità strettamente terapeutiche ma solo indirettamente terapeutiche.

 

L'uso del termine "naturopatia" si fa risalire all'inizio del XX° secolo, le sue origini fiilosofiche e metodologiche risalgono ancora prima del 400 a.C. in epoca ippocratica. Nel 1902 Benedict Lust  lo modificò in Naturopath che significa "Sentiero di chi segue la natura".

 

L'obiettivo del colloquio naturopatico è innanzitutto quello di identificare le cause responsabili di un eventuale squilibrio. L'indagine sarà pertanto approfondita e tenderà ad esplorare i vari aspetti delle condizioni di vita del cliente, professione, ambiente familiare, situazione emotiva, vissuti e traumi subiti, agenti stressanti e influssi ambientali cui è sottoposto.


Come ritrovare il ritmo perduto

 

La consulenza che propongo nel mio studio  ha un approccio naturopatico bioinformazionale, in linea con quanto sostenuto dalle neuroscienze, con particolare riferimento alla neuro-quantistica e al nuovo paradigma PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia) delle scienze biomediche, nel riconoscimento di un sistema intelligente definito odiernamente rete psicosomatica. Quest’ultima identificata con un network informazionale integrato, regolato secondo canoni di coerenza che lo rendono capace di riorganizzarsi costantemente secondo un’istanza energetica universale informata, alla base della vita. Quella coerenza si basa su un ritmo, che origina il processo vitale, che si svolge a partire dalla singola cellula umana, la quale sperimenta la costante alternanza tra il dar fondo alle proprie energie e il rigenerarsi. E’ l’identico processo di morte e rinascita che ritroviamo, quando l’armonia coerente viene preservata, nella molteplicità dei fenomeni della realtà oggettiva così come in quella immateriale. Con chiarezza ora posso osservare che è verso quest’unità che bisogna tendere, restituendo quell'informazione di coerenza alle cellule, risvegliando la memoria dell’intero sistema che rimodulando il proprio flusso informativo sarà in grado di ripristinare il suo ritmo naturale. Questo è ciò che cerco di fare nel mio lavoro aiutando le persone a ritrovare quel ritmo perduto.



La seduta ha quindi un approccio integrato basato su:



·       Individuazione del Biotipo Costituzionale secondo la Medicina Tradizionale Cinese e la Medicina Ippocratica

·       Kinesiologia

·       Cromopuntura (agopuntura cromatica senza aghi)

·       Alimentazione consapevole e dietetica naturale

·       Integrazione nutrizionale spagyrica e fitoterapica

·       Trattamenti olistici

·       Percorsi mindfulness per lo sviluppo dell’autoconoscenza